NORMA E AMALIA, DUE DONNE
DA ROTTAMARE

REGIA

SALVATORE ESPOSITO

Norma è una tenera fanciulla, sognatrice nell’anima, che ha superato abbondantemente “.. gli anta” e che vive ancora con la madre… “ è mia madre che me l’ha imposto!”.
Ha sviluppato un curioso sistema di comunicazione - basato su questionari - che le permette, forse, di trovare il suo posto nel mondo.
Amalia, anziana clochard, dal passato misterioso e turbolento, di cui conserva una conoscenza frammentata, rappresenta la trasgressione più esplicita, ma vorrebbe forse ‘rientrare’ di tanto in tanto in quegli schemi di vita in cui la gente sembra a proprio agio.
Le due “personagge” convergono nella sala d’attesa del ginecologo, dove entrambe sono state costrette a presentarsi, a quanto pare per la prima volta, una dalla mamma e l’altra dal medico dei servizi sociali.
Dall’incontro/scontro tra le due nasce una strampalata intesa, proprio grazie alle personalità complementari, che le porta ad esprimere le loro idee sul femminile, sulla solitudine, sulla vecchiaia, i rapporti tra i sessi e su miriadi di note di attualità, in continuo aggiornamento.




 

NORMA E AMALIA, DUE DONNE DA ROTTAMARE

spettacolo comico con

 

Norma(LindaBobbo) Amalia (Paola Brolati)