TEATRO IN BARCA

SCENARI E RAPPRESENTAZIONI
NEI LUOGHI DELLA GENTE
DI MONTAGNA A VENEZIA

Venezia, giugno-settembre
L’iniziativa, ideata e realizzata per la prima volta nel 2008 dalla associazione culturale Fuoriposto, in collaborazione con l'associazione Arzaną, invita a percorrere inediti itinerari"poveri" a Venezia, dai luoghi di lavoro dei migranti di montagna, come gli squeri, a i loro punti di ritrovo, come campo dell'Abbazia.
Gli attori Paola Brolati e Augusto Gamba raccontano la storia della gente di montagna che scendeva a Venezia, la "segonda bona mare", rappresentano brani di vita quotidiana e rievocano personalitą significative (Valentino Panciera Besarel, scultore del legno) o episodi eccezionali (l’autocrocifissione di Matģo Lovat di Casal di Zoldo in Calle de le Muneghe).

L’ itinerario teatrale si svolge a bordo di imbarcazioni a remi d'epoca, restaurate e condotte dai soci dell'associazione Arzaną.
Gli itinerari in barca partono da San Marcuola e toccano alcuni luoghi significativi dell’emigrazione,con arrivo all'ex squero Casal, in rio dei Servi: uno dei pił rinomati nell'ottocento, ora sede di una collezione museale di imbarcazioni e attrezzi di lavoro.




TEATRO IN BARCA

 

SCENARI E RAPPRESENTAZIONI
NEI LUOGHI DELLA GENTE DI MONTAGNA A VENEZIA